FRUTTA E ORTAGGI, SAPPIAMO TUTTO?


L'opuscolo del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna


Numerosi studi hanno dimostrato che un’alimentazione ricca in cereali, legumi, ortaggi e frutta protegge dalla comparsa di numerose patologie molto diffuse nei paesi sviluppati, in particolare diverse forme di tumore e malattie cardiovascolari (patologie delle arterie coronarie, ipertensione, infarto), dell’apparato respiratorio (asma e bronchiti) e dell’apparato digerente (diverticolosi, stipsi), ecc.
Secondo il World Cancer Research Fund (WCRF) e l’American Institute for Cancer Research (AICR), due dei più importanti Enti internazionali di ricerca sul cancro, quasi due terzi dei tumori conosciuti possono essere prevenuti con un’ottimizzazione della nutrizione. Una dieta ricca di frutta e verdura, con un uso limitato di carne rossa ed una regolare attività motoria sembrano essere non solo la base su cui costruire il benessere fisico in senso lato, ma anche la via indicata dall’epidemiologia nutrizionale per prevenire determinati tipi di cancro. E’ quanto emerge dal report WCRF/AICR“Food, Nutrition, Physical Activity, and the Prevention of Cancer: a Global Perspective” (2007), la più aggiornata ed esaustiva analisi di quanto esiste in letteratura sul tema dieta, attività fisica e cancro.
Tra le raccomandazioni riportate dai due Enti vi è anche la seguente:
“Mangia un’ampia varietà di ortaggi, frutta, cereali e legumi. È dimostrato che la verdura, la frutta e altri alimenti contenenti fibre (come cereali e legumi) possono proteggere contro una serie di tumori, compreso il cancro alla bocca, allo stomaco e all’intestino. Possono inoltre aiutarti a difenderti contro l’aumento di peso e l’obesità”. Questa indicazione è perfettamente in linea con quanto suggerito a livello nazionale dall’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca sugli Alimenti e la Nutrizione) nelle “Linee guida per una sana alimentazione italiana”.
Il consumo di adeguate quantità di frutta e ortaggi, oltre ad avere una funzione protettiva, assicura all’organismo un rilevante apporto di nutrienti (vitamine, minerali, acidi organici) e nello stesso tempo consente di ridurre la densità energetica della dieta, sia perché il tenore in grassi e l’apporto calorico complessivo sono limitati, sia perché il potere saziante di questi alimenti è particolarmente elevato.

Per scaricare l'opuscolo clicca qui

Richiedi informazioni